Riadh & Karem. Accolti nella canonica di S. Giusto, Palazzuolo, Monte S. Savino, Arezzo. In attesa dei permessi di soggiorno temporanei, per poi raggiungere Nizza

Qualche giorno fa sono andata in provincia di Arezzo a cercare Karem e suo cugino Riadh. Da Roma ho preso 2 treni, un autobus, più 11 km di autostop per arrivare a Palazzuolo, frazione di Monte S. Savino, in provincia di Arezzo. Quando sono arrivata non è stato subito semplice avere il permesso di parlare coi ragazzi ospiti della canonica della Chiesa di S. Giusto: di turno c’era la Guardia di Finanza che con irremovibile fermezza mi ha impedito di avvicinarmi alla struttura. Da lontano però, avevo intravisto Riadh..! Ero felice, ero nel posto giusto. (La regione Toscana ha accolto i migranti in due differenti centri, sempre in provincia di Arezzo ma a 100km  di distanza uno dall’altro. Io non sapevo con certezza in quale dei due potessero essere i ragazzi..)
La Guardia di Finanza non mi fa avvicinare e mi intima di uscire dal piazzale, da lontano chiedo a Riadh dov’è Karem, e lui risponde col gesto internazionale dei pugni incrociati. Karem è quindi in carcere. Sono senza parole e senza possibilità di approfondire. Il responsabile del Centro (che aveva provato a darmi informazioni ma era stato fermato dalla Guardia di Finanza) esce e va al bar e mi lancia uno sguardo. Dopo 5 minuti lo raggiungo. Al bar mi da le informazioni che ha: il giorno dopo l’arrivo dei ragazzi, se ne sono andati in 3, uno è scappato e aveva dei parenti in Emilia Romagna, gli altri due sono stati incarcerati.

Uno ad Arezzo, perché aveva subito un’espulsione, e uno a Firenze perché doveva scontare una pena di un anno e 6 mesi per spaccio. Una volta tornata di fronte al Centro vedo che c’è stato un cambio di turno, ed è arrivata una pattuglia di Polizia. Mi lasciano parlare con Riadh, e scopro quindi che Karem ha già vissuto in Italia per vari anni da clandestino e non è mai riuscito ad avere i documenti. Quindi ha subito un espulsione 4 anni fa e ora, non essendo ancora passati 5 anni, non può stare sul territorio italiano. Ho cercato Karem nel carcere di Arezzo e in quello di Firenze, ma niente. Sono entrata in contatto con le associazioni toscane che si occupano di migranti, ma non sono riuscita ad entrare in contatto con il suo avvocato. Karem potrebbe essere già stato rimpatriato. Ora sono in contatto telefonico con Riadh, in questi giorni dovrebbero arrivare i permessi di soggiorno provvisorio e a quel punto dovrebbe raggiungere Nizza..

Informazioni su francescatosarelli

Francesca Tosarelli is born in 1984. She has been living in Brasil, Italy and the UK. After a degree in History of Arts and a Master in Photography she has been working as assistant photographer for Shobha (a Contrasto reporter) in Sicily, Thailand and India. In 2010 she began her experience as freelance photographer and she's now working with Matchbox Media Collective.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...